Translate
Ultime dal forum
Box Preferenze

Login:

Password:

Ricorda


Registrati
Richiesta password

 Utenti online: 1
 Utenti iscritti: 0
Visitatori Visitatori: 1

IP IP: 54.225.57.120

 Statistiche:
Utenti iscritti: 39
Visite al sito: 20320
Record: 33
(il 6/10/2013 - 13:53)
Articoli: 25
Download: 14
Notizie: 14
Collegamenti: 4
FAQ: 1
Blog: 135
Galleria: 14

Forum:
Topic: 2
Risposte: 22
Grafica del Sito
Calendario
Il Meteo
Chat
Loading...
Entra in Chat
Download
Sitemap
Cerca nel sito



Modificare il boot di xp+integrazione nel cd. Indice articoli

0)LEGGERE PRIMA
-Il file che andate a toccare è il “cuore” del sistema operativo(kernel): siate sicuri di ciò che fate, meglio testare prima su una virtual machine piuttosto;
-Per lo stesso motivo di cui sopra, se decidete di prendere un bootscreen prefigurato, state attenti a cosa mettete nel cuore del vostro sistema operativo
-il sistema qui descritto funziona con tutti i windows. Assicurativi se scaricate bootscreen pronti che siano compatibili con la vostra versione di windows. A seconda del service pack microsoft installato i kernel sono diversi, quindi se mettete un ntskrnl.exe non compatible riceverete un errore all’avvio del tipo “file ntfs.sys danneggiato…”

1) strumenti

1. Resource Hacker
2. Photoshop o Paint shop pro
3. La seguente paletta per photoshop/paint shop pro
4. Il file UXTheme.dll patchato

2) Per prima cosa andiamo a prendere nella cartella c:/windows/system32 il file ntoskrnl.exe. Lo copiamo in una cartella a piacimento (consiglio, nel frattempo fate una copia di sicurezza del file originale, per esempio ntoskrnl.exe.bak)

3) apriamo il file in parola con resource hacker: compaiono nella colonna di sinistra dei numeri: sono le risorse da modificare. Per xp professional sono la 1, la 4 e la 8, per la home credo 1, 7 e9.
Per ognuna di queste immagini selezioniamo dal menu in cima
action->save [bitmap:N°:1040] e salviamo l’immagine come bitmap nella cartella di lavoro

4) apriamo le immagini con photoshop: sembreranno tutte nere! In photoshop andiamo su
immagine->metodo->tavola colore…->carica e carichiamo il file16.act

5) modifichiamo a piacimento (mantenendo l’immagine nei 16 colori della paletta… tra poco aggiungerò una guida su come cambiare la paletta predefinita del kernel)

6)a questo punto riapriamo il file ntoskrnl.exe con Resource Hacker, selezioniamo l’immagine 1, andiamo sul menu in cima
action->replace bitmap…
e prendiamo la bitmap che abbiamo modificato con photoshop. Ripetiamo per le immagini 4 e 8.

7) Dal menu in alto di Resource Hacker

file->save as…

e salviamo il file ntoskrnl.exe in una cartella

Cool riavviamo ed entriamo in modalità provvisoria (premendo f8 all’avio). In questa modalità sovrascriviamo il file ntoskrnl.exe nella cartella system32 con il nostro modificato (questo per aggirare la protezione dei file di sistema di windows)

9)Riavviamo e incrociamo le dita!

Se volete la pappa pronta ci sono moltissimi bootscreen pronti su THEME XP

_________________________________________________ ________________

Integrazione nel cd di xp (questo metodo vi consente di fare anche gli update di windows senza perdere il boot screen)

1) Mettiamo il contenuto del nostro CD in una cartella. Questo può essere il punto di partenza per snellire windows con nlite, nel qual caso agiremo dopo aver snellito, ricordandoci di non disabilitare la compatibilità con i temi di windows*. Nella root principale del cd, per intenderci quella in cui compare la cartella i386, creiamo la cartella $OEM$, all’interno della quale creeremo la cartella $$ e infine la cartella system32 all’interno di $$

2) nella cartella creata, quindi $OEM$/$$/system32 poniamo il nostro ntoskrnl.exe, e lo rinominiamo oemkrnl.exe

3) nella cartella I386 di windows, andiamo a prendere il file winnt.sif, e lo apriamo con il nostro editor di testi (blocco note, oppure vi consiglio PSPAD EDITOR). Editiamo le seguenti voci nel modo che segue

Codice:

[Unattended]
UnattendedMode=Default Hide**
OEMPreinstall=Yes
OEMSkipEULA=Yes

e aggiungiamo in fondo

Codice:

[GUIRunOnce]
“%systemdrive%\install\bootscreen.cmd”

4) Creaimo con il nostro editor testuale il file bootscreen.cmd, che conterrà la seguente istruzione
Codice:

bootcfg /RAW /A /Kernel=OEMKrnl.exe /ID 1
bootcfg /Timeout 0

Questo file lo mettiamo nella cartella $OEM$/$1/install (che dobbiamo crearci)
In pratica durante l’installazione diciamo a windows di lanciare il file bootlogo.cmd, che edita il file di windows boot.ini in modo che carichi il nostro file modificato, che viene messo automaticamente nella cartella system32 di windows, al posto dell’originale. Ovviamente la schermata di boot in questo modo viene caricata al primo avvio DOPO l’installazione di windows, se volete fare vedere che il vostro windows è modificato ab origine stupendo il vostro potenziale pubblico come il mago Silvan, non vi rimane che sostituire ANCHE il file ntosrnl.ex_ contenuto nella cartella I386 del cd.
Per comprimere il file in quel modo, lo ricordiamo, basta digitare nel prompt dei comandi (start->programmi->accessori->prompt dei comandi) la stringa

makecab ntosrnl.exe (Nota per entrare in una sottocartella nel prompt, basta digitare cd sottocartella, per andare a quella superiore, cd..

5) Provate a installare windows, magari con una virtual machine, e se funziona bevetevi una birra!

*sulla precisa opzione di nlite, e sull’effetiva necessità di non attivarla, ho ancora qualche dubbio
**se non sapete esattamente ciò che state facendo, lasciate DefaultHide

fonte “?”




 Autore : Sylfaen
 Categoria : OS windows-linux-mac
 Pubblicato : Lunedì, 2 Maggio 2011 - 19:11
 Pagina letta 827 volte

Articoli casuali della stessa categoria:
> Installazione personalizzata di Microsoft Windows XP.
> Sbloccare Windows xp con il metodo virus Blaster.
> WinXP SP 2 non riconosce tutto lo spazio disco disponibile.
> WinXP Eliminare le icone tenaci.
> Windows XP alla massima potenza.
Stampa Show Google +1 Button
Up Home-Cms Valid CSS Valid XHtml 1.0 GNU General Public License Up
Home-Cms v.4.1.3b2-mag-2017